Gedac, 25 anni di esperienza e ancora tanta voglia di scommettere sul futuro

Gedac, 25 anni di esperienza e ancora tanta voglia di scommettere sul futuro

Un appuntamento davvero molto sentito, quello in programma per lo scorso 18 dicembre, quando, in occasione della consueta cena di Natale Gedac ha festeggiato anche i suoi 25 anni di attività. All’evento, organizzato presso il locale Uoll (Loft Event Location) di Firenze, hanno preso parte soci, personale, partners e amici, che insieme hanno contribuito a rendere la serata ancor più speciale.

“Ho visto questa Azienda nascere, quando ero ancora davvero molto piccolo  – ha ricordato Roberto Pace, Amministratore delegato di Gedac, introducendo l’appuntamento – mio padre, caparbio come lo conosciamo ancora oggi, tornava a casa ogni sera stanco, ma con le tasche piene di sogni per il futuro. Sogni che in gran parte possiamo dire di aver realizzato, nonostante gli incidenti di percorso che, pur non dipendendo da noi, hanno intralciato il nostro commino. Uno per tutti l’incendio che nel 2002 distrusse completamente l’Azienda, costringendoci a ripartire da zero”.

Così è stato, infatti: la Gedac ha avuto un nuovo inizio, ma sempre nella convinzione che il servizio al cliente e la qualità del prodotto dovessero essere la linea guida di un’Azienda fondata sui valori di una famiglia, attenta al consumatore e al mercato, costantemente alla ricerca di quelle novità che ne hanno fatto la realtà innovativa che è oggi.

“Tengo molto a considerare questo anniversario come una tappa del percorso che ho intrapreso, convinto che ve ne siano molte altre da raggiungere – ha spiegato Pasquale Domenico Pace, Presidente e fondatore di Gedac – cinque anni fa, in occasione del ventesimo anno di attività della nostra Azienda, feci una promessa, quella di raddoppiare il fatturato nei cinque anni a venire: bene, ora con grande soddisfazione possiamo davvero dire “missione compiuta”. Non è solo senso della vittoria, ma anche e soprattutto consapevolezza di avere fatto il nostro dovere: abbiamo conquistato mercato, ma soprattutto un’immagine forte sul territorio, grazie a un’organizzazione mai casuale, bensì ponderata in ogni sua singola sfumatura, attenta, costante, e grazie anche a ciò che può sembrare un concetto semplice, ma che non va mai dato per scontato, ossia quello di voler andare sempre dal valore del prodotto al valore del servizio“.

Proprio a questo proposito non ha dubbi il signor Pace, che proprio nel suo discorso ha tenuto a ribadire anche le due parole chiave su cui l’Azienda dovrà continuare a puntare nel prossimo futuro: innovazione e formazione. “Questo significa essere un’azienda moderna, capace di stare vicino ai propri collaboratori e proiettata al futuro – ha sottolineato – e per chi in questi giorni mi chiede “Tanti o pochi, 25 anni?”, la risposta non può che essere “sia pochi che tanti”. Tanti per quello che è stato realizzato, pochi per quello che ancora realizzeremo insieme”.

Trackbacks and pingbacks

No trackback or pingback available for this article.

Leave a reply