Gedac, nell’ottica di trasparenza e rispetto dei principi etici che da sempre ha perseguito, ha deciso di adottare il Modello ex d.lgs. 231 del 2001, documento che introduce nel Nostro Ordinamento la responsabilità amministrativa delle Società per reati commessi nell’interesse o a vantaggio di queste da parte di Soggetti Apicali (principalmente Amministratori, Dirigenti e Preposti) o Soggetti dell’organizzazione aziendale che, rispetto agli apicali, si trovano in posizione subordinata.

Le finalità sono quindi quelle di:

  • determinare, in tutti coloro che operano in nome e per conto dell’Azienda, soprattutto nelle medesime Aree a rischio, la consapevolezza di poter incorrere, in caso di violazione delle disposizioni ivi riportate, in un illecito passibile di sanzioni, sul piano penale ed amministrativo, non solo nei propri confronti ma anche nei confronti dell’Azienda;
  • ribadire che tali forme di comportamento illecito sono fortemente condannate da Gedac, in quanto sono contrarie, oltre che alle disposizioni di legge, anche ai principi etico sociali cui intende attenersi nell’espletamento della propria missione aziendale;
  • consentire a Gedac, grazie ad un’azione di monitoraggio sulle Aree a rischio, di intervenire tempestivamente per prevenire o contrastare la commissione dei reati e degli illeciti inseriti nel catalogo di cui al d. lgs. 231 del 2001;
  • introdurre o comunque arricchire la cultura Aziendale dell'Organizzazione, del Controllo e del Rispetto delle Regole;
  • estendere tale cultura all'interno della Gedac ed all'esterno della medesima, quindi verso tutti i clienti, i fornitori, i consulenti, in generale nei confronti di tutti quelli che hanno rapporti stabili od occasionali con Gedac.

    La Responsabilità Etica e Sociale delle Imprese rappresenta, appunto, la sfida delle Società più illuminate, non solo per senso di responsabilità verso la Comunità in cui operano e nel rispetto delle aspettative dei suoi portatori di interesse interni ed esterni, gli stakeholder, ma anche per sottolineare i valori del proprio brand con un carattere nuovo, esclusivo, riconoscibile, che ne differenzi lo stile rispetto ai concorrenti. In questo caso la comunicazione si fonde con una gestione industriale e commerciale in una responsabilità comune che impegna ognuno in Gedac ad operare secondo obiettivi di responsabilità sociale.

    Con questo lavoro Gedac presenta a tutti gli stakeholder un altro momento importante della costruzione del proprio know-how: il Codice Etico.

    Con l’adozione del Codice Etico l'Azienda si propone di comunicare i principi che ne hanno caratterizzato l’agire fin dall’inizio dell’attività. Tali principi riguardano e riguarderanno tutte le risorse di Gedac (soci, amministratori, collaboratori e dipendenti) nella conduzione degli affari e delle attività aziendali.

    L’obiettivo dell’attività consiste nella creazione di valore per i soci, contestualmente al soddisfacimento dei clienti ed alla valorizzazione umana e professionale di tutti i dipendenti ed i collaboratori, preservando ed incrementando nel tempo il capitale economico, quello finanziario ed in particolare il capitale umano in dotazione a Gedac.

    La nostra Azienda, inoltre, aspira a consolidare e sviluppare il rapporto di fiducia con gli stakeholder, cioè con le categorie di individui, gruppi o istituzioni il cui apporto/rapporto è fondamentale per la realizzazione della mission aziendale.


    Share on Facebook
    Accetto il trattamento dei dati personali ai sensi del GDPR 2016/679.
    Clicca qui maggiori informazioni
    * Campi obbligatori


    × Per offrirti il miglior servizio possibile, questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookies Accetto